Accoglienza e Ospitalità

AGAL – Accoglienza e Ospitalità

AGAL accoglie e ospita, in modo gratuitobambini oncoematologici con le loro famiglie, che giungono a Pavia da tutta l’Italia e da diversi Paesi del Mondo.

Nei paesi “ricchi” le guarigioni superano il 75%, ma nel mondo solo il 20% circa dei bambini può accedere a cure adeguate. In Italia i centri di eccellenza, che erogano cure moderne ed appropriate, non sono distribuiti in modo omogeneo e si assiste ad un significativo aumento del ‘pendolarismo della salute’ verso le strutture all’avanguardia: centinaia di famiglie ogni anno lasciano la propria città per trasferirsi per mesi (anche per anni), dove si trova la Struttura Sanitaria:
Tra queste c’è Pavia con due centri di eccellenza:

  • L’ Oncoematologia Pediatrica del Policlinico San Matteo, per sottoporsi a lunghe e complesse terapie oncoematoloigiche.
  • CNAO (Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica).

In tutte queste patologie, la tempestività dell’approccio alla cura può essere determinante per un positivo decorso della malattia, pertanto è richiesta  una capacità di presa in carico possibilmente immediata ed assoluta.
Inoltre l’accoglienza offre ai piccoli pazienti e alle famiglie la tranquillità necessaria per affrontare il percorso terapeutico e trarne la massima efficacia.

AGAL dispone di un sistema integrato di accoglienza che si basa sulle seguenti strutture e servizi:

si trova all’ingresso del Day Hospital del Reparto di Onco-ematologia Pediatrica della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo e rappresenta di norma il primo punto di contatto fra l’Associazione e le famiglie che richiedono il suo sostegno.

Sono quotidianamente presenti figure professionali in grado di fornire risposte concrete alle necessità delle famiglie,, attivando iniziative di supporto integrato in tema di:

disponibilità di alloggio, trasporti, situazioni sociali particolari, sostegno psicologico, problematiche inerenti la condizione di cittadini stranieri, coordinamento con i gruppi di volontari, informazioni sulle facilitazioni previste dalla legge.

L’ospitalità AGAL attualmente è articolata come segue:

– “Casa Mirabello”, in Via Mirabello 246, a pochi minuti di auto dal Policlinico San Matteo con 10 camere dotate di bagno (23 posti letto), una cucina comune attrezzata con stoviglie e dispensa, una sala da pranzo attrezzata, spazi e altri spazi comuni per favorire la socializzazione, lo svago dei bambini e il sostegno reciproco (living, ludoteca, ecc.)  e una lavanderia.  All’esterno un bel prato e il parco giochi.

– 4 Unità abitative (in Appartamenti indipendenti) per un totale di 15 posti letto:

Alloggio ‘Cignoli’ ;
Alloggio ‘Piave’;
Alloggio ‘Noè’.

Gli Alloggi sono completamente arredati e dotati di tutto il necessario: biancheria, attrezzature di cucina e stoviglie, lavatrice, ecc.

Le famiglie ospitate, sia straniere sia italiane, vivono una situazione complessa nella quale alla sofferenza e all’ansia generate dalla malattia si aggiungono i disagi e le incertezze determinati dalla lontananza dalla propria casa e dalla permanenza in contesti diversi da quelli abituali. Emerge pertanto l’esigenza di un costante sostegno psicologico che possa perlomeno alleviare questo vissuto di grande dolore e carico emotivo.

Dal 2015 AGAL ha attivato il servizio a beneficio dei piccoli ospiti e dei loro genitori.

AGAL provvede, a titolo gratuito,  al trasporto quotidiano dei bambini  e dei loro genitori da e per il Day-Hospital  e per le attività scolastiche svolte in Ospedale.
Quando necessario si effettuano anche  trasporti per le famiglie ospitate da e per gli aeroporti lombardi.

Il lavoro sinergico e costante dei volontari e dello staff che operano all’AGAL assicura:

  • l’ accoglienza, sostegno e ascolto ai bambini e alle loro famiglie;
  • l’organizzazione del tempo libero attraverso diverse attività ludiche, educative e distrazionali: laboratori creativi (disegno e musica), feste a tema;
  • la cura di tutti gli aspetti amministrativi e delle pratiche burocratiche finalizzate all’ accoglienza nelle strutture dell’Associazione e pratiche assistenziali di patronato;
  • l’ alloggio per ciascun nucleo familiare in una unità abitativa (stanza arredata con bagno, numero di letti pari ai componenti del nucleo e relativa biancheria);
  • la cucina e la sala pranzo in comune per tutte le famiglie. All’ interno della cucina è prevista la ripartizione di ripiani e scomparti frigo-congelatore per ogni stanza.
  • una dispensa alimentare periodicamente rifornita di generi alimentari di prima necessità e prodotti per l’igiene della Casa;  (anche da donazioni di ditte e privati);
  • una lavanderia/stireria. Ogni struttura è dotata di lavatrici, asciugatrici, assi e ferri da stiro;
  • una ludoteca corredata di giochi, giocattoli, ausili didattici ed attrezzature idonee allo svago dei bambini delle diverse fasce d’età ospitati nelle Case;
  • diversi altri ambienti comuni per rendere quanto più confortevole e serena possibile la permanenza delle famiglie presso le Case AGAL. Si tratta di locali per lettura, visione TV, uso del computer, ecc. e spazi di relax all’aperto, o in giardino;
  • attività ricreative per le famiglie, dentro e fuori le case AGAL, in collaborazione con varie altre Associazioni;

Da tempo è consolidato il servizio di patronato in collaborazione con l’Associazione “A.P.E. Cristina” che offre alle famiglie un servizio di assistenza per informazioni e consulenza su:

  • Domande per l’accertamento dell’invalidità civile;
  • Riconoscimento handicap;
  • Richiesta congedi parentali retribuiti previsti dalla L. 104;
  • Domanda di assegni familiari per un minore inabile.